• Brescia - Calciochiese 14-0
  • EUROPEI DI LIPSIA 2010 - ANCORA ORO E ARGENTO PER I NOSTRI AZZURRI
  • Genoa colpo Zuculini, no di Acquafresca alla Lazio
  • Il catania prende Papu Gomez
  • Rachele riparte da Conegliano
Notizie dal Mondo dello Sport
Il Chelsea soffre col Portsmouth, Manchester facile, Liverpool respira
Premier League
Scritto da jacopo todaro   
AddThis Social Bookmark Button

Il diciassettesimo turno della Premier League, giocato tra martedì e mercoledì (ad eccezione di Stoke-Fulham, rinviata al 5 gennaio a causa dell'Europa League), riporta un po' d'ordine nel massimo campionato d'Oltremanica: nessun risultato sorprendente, e grandi (escluso l'Arsenal) che riprendono a correre veloce.

Nell'unico risultato inatteso della giornata, i Gunners, che domenica avevano espugnato Anfield Road, vengono fermati sull'1-1 dal piccolo Burnley: vanno in vantaggio al settimo con un'azione entusiasmante di Fabregas (parte dalla sinistra, perde palla per poi recuperarla da Diaby, dribbla altri due avversari e batte il portiere), ma subiscono il pareggio al 38' con un rigore di Graham Alexander. Oltre al danno, per l'Arsenal si aggiunge la beffa: capitan Fabregas lascia il campo nel secondo tempo per infortunio.

A Stamford Bridge, il testacoda tra Chelsea e Portsmouth, innanzitutto riporta davanti ai suoi vecchi tifosi il tecnico Avram Grant, colui che nel 2008 guidò il team di Abramovich fino alla sfortunata finale di Champions League di Mosca. Il Chelsea parte senza Drogba e Joe Cole, rimpiazzati da Kalou e Deco, nel solito schieramento col 4-3-1-2 (Cech; Ivanovic, Alex, Terry, Ashley Cole; Mikel, Ballack, Lampard, Deco; Kalou, Anelka). Il Portsmouth, invece si posiziona in campo con un copertissimo 4-5-1, con Piquionne unica punta. I Blues fanno la gara, e sbagliano diverse occasioni fin dai primi minuti, come quando Kalou manda alto un colpo di testa in tuffo a porta vuota, su palla proveniente da corner. Al 23' arriva il gol della squadra di Ancelotti: Ballack sulla destra lancia Alex in fuga sulla fascia, che arriva sul fondo palla al piede, si accentra in area e serve un pallone perfetto all'accorrente Anelka. Per lui è il trentacinquesimo gol in 100 partite coi Blues, e addirittura il gol numero 110 in Premier League.Ma il Chelsea non riesce a chiudere la partita, sprecando ottime occasioni per il 2-0, e Piquionne trova il gol del pari al 51', grazie a un calcio di punizione di O'Hara goffamente deviato in mezzo all'area dalla barriera.Ancelotti prova a giocarsi qualche carta per cercare la vittoria, facendo entrare il giovane Borini e Malouda, e il Chelsea si avvicina al gol con un colpo di testa di Ballack che finisce alto, e una gran bordata da fuori area di Ivanovic, respinta da Begovic. Ma il Portsmouth è duro, anzi durissimo a morire e in due minuti, tra 62' e 63' si produce in due pericolose occasioni con Boateng, che prima viene chiuso con una miracolosa scivolata di Ashley Cole, a pochissimi metri da Cech, e poi, sugli sviluppi di un corner si trova liberissimo in mezzo all'area, ma spara clamorosamente a lato.Al 77' l'episodio che risolve la partita: Wilson stende Ivanovic, lanciato in mezzo all'area, il rigore è palese e Lampard si prende la responsabilità del tiro. Tiro potente e centrale, nella miglior tradizione di Frankie: gol e 2-1 che decide la partita. Chelsea che si riprende la testa della classifica in solitaria a 40 punti, dopo averla condivisa con il Manchester United per un solo giorno.

 
Champions League: Speriamo che la Fortuna ci aiuti
Champions League
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Oggi alle ore 12:00 a Nyon conosceremo le avversarie delle nostre 3 squadre negli ottavi di Champions League e complice un girone non proprio esaltante sia dell'Inter che del Milan non si prospetta un sorteggio facilissimo,meglio dovrebbe andare alla Fiorentina che si è classificata prima nel suo raggruppamento eliminando i Reds di Benitez.

Per Inter e Milan l'obiettivo numero 1 sarà quello di non pescare il Chelsea di Ancellotti, ma sarebbe buono anche evitare anche le 2 squadre che stanno dominando la Liga, il Barcellona che può capitare solo al Milan e il Real Madrid che può capitare solo all'Inter, per il resto l'urna offre il Manchester United che fa sempre paura ma di meno da quando non c'è più Cristiano Ronaldo, meglio una fra Siviglia che neanche scherza soprattutto in attacco dove ha giocatori del calibro di Kanoute,Luis Fabiano e Negredo oppure l'Arsenal o il Bordeaux di Blanc che sembra la più abbordabile.

Discorso diverso per la Fiorentina che essendo in prima fascia troverà una della seconda e non potendo incontrare Milan e Inter e il Lione  ha solo 5 possibilità la più difficile senza dubbio è il Bayern Monaco da evitare assolutamente, se la giocherebbe con il Porto mentre sarebbe buono trovare una fra Stoccarda, Olimpiakos, o il Cska Mosca.

 
Figuraccia Lazio, Genoa Eliminato
Europa League
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Niente da fare per il Genoa che è costretta a interrompere i suoi sogni di continuare a giocare in Europa League, gli uomini di Gasperini infatti sono stati sconfitti 2 a 1 in casa dal Valencia, decisiva la rete al 95 di Villa complice anche un errore di Scarpi, il Genoa può solo recriminare il fatto che ha concesso il primo tempo agli spagnoli permettendogli di passare in vantaggio con Bruno, poi la ripresa è stata perfetta ed è iniziata benissimo visto che il goal di Crespo è arrivato al sesto minuto, ma poi ha prevalso la maggiore esperienza europea del Valencia,che ha saputo difendersi bene, c'è da dire anche che Villa ha sprecato un rigore concesso per fallo di Bocchetti su Joaquin, ma "E"l Guache" l'ha cacciato fuori, una domanda vedendo la partita sorge spontanea fa bene Gasperini a tenere Amelia in panchina se questo in campo c'è uno Scarpi disastroso??? Il Genoa è condannato anche dalla vittoria del Lilla 3 a 1 sullo Slavia Praga.

Ennesima brutta figura della Lazio che riesce a perdere in casa anche con il modesto Lewski che fino ad ieri aveva collezionato 0 punti e 0 goal, decide un goal di Yovov nella ripresa, come attenuante i biancocelesti hanno quello di aver schierato molti primavera e gran parte delle seconde linee (Cribari,Makinka,Eliseu) ora che l'Europa League è un lontano ricordo bisognerà pensare solo al campionato dove la situazione è un pò complicata. Continua la marcia del Salisburgo che va a vincere anche a Villareal per 1-0.

Nelle altre partite spettacolare pareggio fra Celtic e Rapid Vienna (3-3) mentre cadono in casa Ajax ed Everton, vince invece il Benfica trascinato da Di Maria cosi come il Fenerbhace con lo Sheriff.

Oggi alle ore 13.00 a Nyon si effettueranno i sorteggi per i sedicesimi di finale, fissati al 18 e 25 febbraio 2010, in questo sorteggio dove i derby fra squadre della stessa  nazione sono esclusi avremo due squadre la Juventus e la Roma entrambe nella prima fascia, per loro i maggiori pericoli sono in testa il Liverpool di Benitez, ma anche Amburgo, Atletico Marid, Villareal e Ajax, di sicuro meglio una fra Copenhagen, Brugge, Twente o Standard Liegi.

 

 
Ecco la Vuelta del 2010
Vuelta Espana
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Ecco il percorso della Vuelta 2010, 65esima edizione della corsa spagnola.che partirà il 28 agosto e arriverà il 19 settembre a Madrid vedremo percorrere un totale di 3337 km per tutti i gusti, con 11 tappe piane, 8 tappe di media e alta montagna, 1 cronosquadre, 1 crono individuale, 40 GPM di cui 3 Fuori categoria, 10 di 1° categoria, 14 di 2°, 13 di 3° e 6 arrivi in salita. Curiosita di quest'anno è abbandonata la maglia Amarillo a favore della maglia rosa, questi km determineranno il successore di Valverde vincitore dello scorso anno.

 
Avremo un Coach...
Basket Serie A1
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Con queste parole Dino Meneghin presidente Federazione Italiana Pallacanestro,dopo il consiglio federale svoltosi a Roma ieri.
Ricevuto il mandato dal consiglio di sciogliere il nodo della risoluzione contrattuale con l'ormai ex ct Carlo Recalcati,e di contro chiudere la trattativa che porterà a questo punto definitivamente il coach attuale della Montepaschi Siena Simone Pianigiani a sedere sulla panchina italiana;il tutto si farà nella giornata di lunedi,giorno in cui lo stesso coach senese si incontrerà a Roma con Meneghin per chiudere sugli ultimi particolari.
Coach Pianigiani avrà compito arduo di riportare l'Italia in Europa in primis,tutto questo sedendo sulla panchina italiana e sulla quella senese allo stesso tempo.
In bocca al lupo dunque al futuro head coach italiano.

Alberto Mazzetti

 
Ultime da Bergamo
Sampdoria
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

In vista della partita di Blogna, oggi pomeriggio sono arrivate le prime indscrezioni sul modulo che Conte intenderà adottare.
Sembrerebbe infatti che si torni al 4-4-2 con però diversi cambi rispetto alla partita con l'Inter, confermato Coppola in porta, sembrerebbe recuperato Bellini che insieme a Garics, Manfredini ed uno tra Bianco e Talamonti formerà la linea di difesa.
A centrocampo le novità, ovvero fuori uno tra De Ascentis e Guarente e dentro Caserta, fuori Ferreira Pinto e spazio sulle fascie a Padoin e Valdes; coppia d'attacco Acquafresca e Tiribocchi.
Ma subito dopo il bel pareggio con la capolista, a Bergamo si stanno scatenando molte voci di mercato...alcune davvero clamorose!
E' già arrivato dal Siviglia Chevanton, sembrerebbe sicuro l'arrivo anche del centrale difensivo Capelli, un interessamento per il difensore Valdez...ma la notizia più insistente è lo scambio Acquafresca-Floccari, sarebbe senz'altro un ritorno auspicabile in terra bergamasca!
Infine, come una bomba, le dicharazioni dell'agente di Alvaro Recoba, il quale fa sapere che gradirebbe giocare proprio con la casacca nerazzurra....
Personalmente, Recoba o non Recoba (che già sta incassando diversi pareri negativi da parte dei tifosi atalantini), è vitale l'arrivo di un "regista", da quest'estate serve come l'acqua nel deserto e la società farebbe bene a guardare in questa direzione....altro che Recoba!
Speriamo che la società non si nasconda dietro il  recupero di Barreto il quale, per le sue naturali caratteristiche, è un doppione di Guarente ovvero un incontrista con i piedi "quasi buoni" ma sicuramente non in grado di dettare i ritmi ad una partita.
Tornando alla sfida di sabato, l'esclusione di Ferreira Pinto non la comprendo...anche quì, come sempre, staremo a vedere cosa accadrà.
Certo è che Caserta e Acquafresca si giocheranno in questa partita le loro possibilità di restare a Bergamo anche dopo gennaio.

Piercarlo Luiselli

 
Gli arbitri del 17 turno
Serie A
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Sono stati designati gli arbitri chiamati a dirigere la 17/a giornata di campionato di serie A, l'ultimo turno prima della sosta natalizia. Questo l'elenco completo:

Bologna-Atalanta (sabato ore 18): Orsato;

Fiorentina-Milan (sabato ore 20.45): Rizzoli;

Genoa-Bari: Rocchi;

Inter-Lazio (domenica ore 20.45): Russo;

Juventus-Catania: Pierpaoli;

Livorno-Sampdoria: Celi;

Napoli-Chievo: Bergonzi;

Palermo-Siena: Gervasoni;

Roma-Parma: Tagliavento;

Udinese-Cagliari: Mazzolen

 
Messi porta il Barcellona in Finale
Mondiale per Club
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

E alla fine come nelle previsioni la finale sarà Estudiantes-Barcellona ma che fatica !!!! Prima l'Estudiantes ha faticato a battere il Pohang Steelers, e poi ieri il Barcellona ieri ha vinto si 3 a 1 ma è dovuto entrare Messi dalla panchina per farlo.

I Messicani dell'Atlanta scendono in campo concentrati, non vogliono fare brutta figura e trovano addirittura il vantaggio dopo 5 minuti con Rojas, grazie alla complicita di Marquez che liscia il pallone, poi tutti in difesa a difendere il vantaggio, il Barcellona non ci sta e alla mezz'ora trova il pareggio grazie ad una rete di Bousquez che sfrutta una sponda di YayaToure e fa 1 a 1; questo punteggio rimarrà inalterato fino a quando entra in campo Messi (8 minuto della ripresa) il neo pallone d'oro non ci mette niente ad entrare in partita e già un minuto dopo ha fissato il punteggio sul 2 a 1 per il Barcellona, pregevole il passaggio di Ibrahimovic, a chiudere la partita ci pensa il giovane Pedro ma molto del merito è di Iniesta, per Pedro questo goal sa di storia perchè in questo 2009 è stato capace di segnare in 6 competizioni diverse !!!

Ora per centrare anche questo trionfo Guardiola e i suoi dovranno vedersela come detto con l'Estudiantes guidata da Veron che vuole fare come fece il padre che porto alla vittoria l'Estudiantes sia in Coppa Libertadores che in Intercontinentale, in caso di vittoria per il Barcellona sarebbe il sesto trofeo stagionale, di più non si può !!!

 
Atalanta alla prova del nove...
Atalanta
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Settimana fondamentale per la squadra Bergamasca,
Sabato alle diciotto incontrerà a Bologna la squadra felsinea, diretta concorrente per la salvezza.
Partita delicatissima senza tifosi nerazzurri al seguito a causa della solita decisione restrittiva del CAMS.
Bene, dopo il pari con l'Inter, in casa nerazzurra si verificano le condizioni fisiche dei giocatori, sembra già certa la mancanza di capitan Doni e Bellini, sarà nuovamente a disposizione invece Valdes, scontata la squalifica per l'espulsione rimediata a Firenze.
Sulla formazione che scenderà in campo, al momento nessuna indiscrezione, Conte tornerà al 4-4-2 o continuerà con il 4-1-4-1 schierato con l'Inter?
Il modulo con l'Inter ha sicuramente mostrato una squadra più tosta, pronta a recuperare palla a metà campo per proporsi rapidamente in avanti, insomma maggior copertura ma automatismi migliori in attacco.
Certo che Acquafresca dovrà muoversi e lottare molto di più..... Sulla sinistra probabile il rientro da titolare di Valdes, anche se Ceravolo è stato tra i più positivi.

Piercarlo Luiselli

 
Auguri blucerchiati: ieri sera la cena di Natale 2009
Sampdoria
Scritto da lele1   
AddThis Social Bookmark Button

Palazzo della Borsa, Sala della Grida. Il contorno suggestiona, l'Art Nouveau dei Coppedè offre un'atmosfera unica e spettacolare, resa ancor più particolare dall'inimitabile tocco blucerchiato. Nel cuore di Genova e di via XX Settembre, l'Unione Calcio Sampdoria al gran completo si è radunata ieri sera per la tradizionale cena di Natale della società. Un momento per scambiarsi auguri e buoni propositi per l'anno che verrà, un momento di riflessione e bilancio, come ha avuto modo di confermare il presidente Riccardo Garrone - accompagnato dalla signora Anna Maria - nel discorso conclusivo, l'ottavo dal suo avvento al timone doriano. Si ascolta in rigoroso silenzio, ma il clima è sereno. I volti dei tecnici e dei calciatori sono distesi, i sorrisi e le pacche sulle spalle si sprecano: il periodo grigio sembra già un ricordo. Oltre che l'ottimo campionato della banda di mister Del Neri, ci ha pensato il menù della serata, d'altro canto, a favorire il buonumore. Un delizioso risottino di gamberi e carciofi ha fatto da apripista al ricco buffet a base di pesce e carne - gettonatissimi il cappon magro del Golfo Ligure con salsa verde e l'insalata di stoccafisso alla genovese - allietato da Sauvignon dei Colli del Friuli, Refosco dal Peduncolo Rosso e Malvasia di Castelnuovo Don Bosco. Per finire torta blucerchiata per tutti, brindisi con Cesarini Sforza e i migliori auspici per il futuro. L'immediato si chiama Livorno. Il pensiero va per forza lì e ad una vittoria che renderebbe ancora più dolci il Natale e l'inizio 2010 della grande famiglia sampdoriana.

 
Genoa: la grande attesa per l'Europa
Genoa
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Domani sera il Grifone sarà impegnato in uno dei match più importanti della sua storia recente, di sicuro il più prestigioso: la sfida dentro/fuori col Valencia valida per l'ingresso nelle fasi finali dell'Europa League. A Marassi infatti si svolgerà l'incontro forse più interessante dell'intero turno europeo, sia per il blasone delle contendenti, sia per l'incertezza del risultato e del suo essere cruciale per le sorti del girone, uno dei pochissimi se non l'unico a vedere ancora i giochi completamente aperti: nessuna squadra è infatti ancora sicura di passare il turno delle quattro, e solo lo Slavia Praga è matematicamente tagliato fuori.

Il Valencia è sicuramente favorito sia dal momentaneo primato in classifica (9 punti contro 7 di Lille e Genoa) sia dal fatto che contro i rossoblù avrà ben due risultati su tre favorevoli, mentre il Genoa dovrà assolutamente vincere. Unica eccezione è sperare nell'improbabile vittoria dello Slavia a casa del Lille, risultato che permetterebbe domani anche un pareggio per garantire il passaggio del turno sia alla squadra italiana che a quella spagnola.

Occorrerà così una prestazione di livello per gli uomini di Gasperini, chiamati anche a cancellare quella decisamente opaca che ha portato alla sconfitta contro la Lazio.

Scaramanticamente i tifosi genoani sperano che come al pesante 2-1 inflitto dal Livorno era subito seguita la vittoria trionfale del derby, adesso succeda la stessa cosa contro Villa e soci.

 
Italia sempre quarta
Ranking Fifa
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

L'anno solare 2009 si chiude con la Spagna campione d'Europa sempre in testa al Ranking Fifa. Completano il podio Brasile e Olanda. L'Italia di Marcello Lippi staziona, come un mese fa, al quarto posto.

La top ten della classifica, stilata su base mensile, non presenta variazioni.

Le prime 15 posizioni: 
1. Spagna 1627 punti; 2. Brasile 1568; 3. Olanda 1288; 4. Italia 1209; 5. Portogallo 1176; 6. Germania 1173; 7. Francia 1117; 8. Argentina 1085; 9. Inghilterra 1076; 10. Croazia 1042; 11. Camerun 1035; 12. Russia 1026; 13. Grecia 1016; 14. Usa 980; 15. Cile 936.

 
PIANIGIANI PRESENTA MONTEPASCHI-ASVEL
Eurolega
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Simone Pianigiani ha parlato di  questa sfida, la prima che la Mens Sana affronta con la certezza matematica del passaggio alle top 16.

“Come abbiamo già detto – esordisce il coach – da qui alla fine di questa prima fase di Eurolega, le motivazioni devono essere comunque sempre altissime, sia per il livello degli avversari che incontriamo, sia la crescita e lo stimolo che c’è nel giocare in un palcoscenico di questo tipo.”

L’Asvel sta attraversando certamente un buon periodo di forma, è in pole position per accaparrarsi un posto tra le prime quattro del girone A ed approdare così alla fase successiva. Nell’ultimo turno europeo i francesi hanno battuto a domicilio il Fenerbahce Ulker di Bosha Tanjevic, a dimostrazione di quanto la squadra di Vincent Collet sia pericolosa anche lontano dall’Astroballe di Lione.

“Siamo consci delle difficoltà che si nascondono dietro questa sfida – prosegue Pianigiani - perché per loro è una partita importante per la qualificazione e chissà, magari anche per il terzo posto nel girone, che adesso condividono con il Fenerbahce. E poi ci ricordiamo bene quanto ci misero in difficoltà nella gara di andata con una partenza molto forte e per noi fu un’impresa recuperare e vincere quella partita. Inoltre, sono reduci da tre vittorie consecutive ed hanno inserito un giocatore importante come Rawlee Marshall che rappresenta un ulteriore innesto di talento che ha alzato il loro livello qualitativo. Per questo sappiamo che sarà una partita dura e che ci darà molti spunti.”

ANGELO LENOCI

 
EUROLEGA, OGGI AL PALALOTTOMATICA CONTRO IL MAROUSSI L’ESORDIO DI BONICIOLLI
Eurolega
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

La gara di Eurolega in programma oggi alle 20.30 al Pala Lottomatica contro il Maroussi (diretta Sportitalia) rappresenta l’esordio alla guida della panchina virtussina di Matteo Boniciolli. Ancora fuori Gigi Datome, sono in dubbio Tonolli e De La Fuente. Dovrebbe invece poter giocare qualche minuto Angelo Gigli dopo lo stop per la distorsione al ginocchio, così come potrebbe farcela Jaaber, nonostante una leggera distorsione alla caviglia.

ANGELO LENOCI

 
DETROIT INTERROMPE LA STRISCIA POSITIVA CONTRO HOUSTON E PHOENIX BATTE SAN ANTONIO
Nba
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Nella sfida tra Cleveland Cavaliers e i sempre più desolanti New Jersey Nets, i ragazzi di coach Brown si impongono con un netto +10. Top scorer della gara il solito Lebron James con 23 punti. I Miami Heat (Beasley 28 punti e 11 rimbalzi) ritrovano il sorriso contro i Toronto Raptors (Bosh 28 punti). I Lakers (Bryant 42 punti) battono i Bulls (Noah 20 rimbalzi), che continuano il loro dicembre da incubo. I Rockets interrompono la striscia di 6 vittorie consecutive per i Pistons, nonostante i 21 di Rip Hamilton. Nella partita più attesa della serata, i Suns espugnano San Antonio, vincendo per 12 punti, guidati dai 28 di Amare Stoudmire. MVP della gara l’ala grande degli Spurs Tim Duncan, con 34 punti e 14 rimbalzi. Nelle altre sfide vincono Portland (25 punti Roy e Aldrige) contro Sacramento e Charlotte contro New York, con un Gallo che, stavolta, non convince tanto.

New York Knicks 87-94 Charlotte Bobcats

New Jersey Nets 89-99 Cleveland Cavaliers

Toronto Raptors 95-115 Miami Heat

 
De Laurentis "Con il Chievo vinciamo 3 a 1 "
Napoli
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

De Laurentis come al solito è un fiume in piena  ha quando c'è da parlare, figuriamoci quando c'è da presentare un suo film per la precisione il Film dei Film, quello che gli permette di ricavare il maggiore incasso: il Cine panettone quest'anno intitolato Natale a Bevery Hills, durante la conferenza stampa di presentazione non ha potuto non parlare del suo Napoli tracciando una linea sui prossimi impegni (quello con il Chievo) e futuri (il calciomercato) non ha tralasciato neanche la questione Lavezzi perdonando il Pocho ma invitando lui e gli altri a non prendere ammonizioni stupide, ecco quanto ha dichiarato:

Un pronostico per Napoli-Chievo? Dico 3-1. Mi auguro che il 2010 sia un anno positivo per tutti. Il Napoli in Europa? Sto portando avanti un progetto di comune accordo con Mazzarri. Contiamo di toglierci delle soddisfazioni insieme. La squalifica di Lavezzi? Non essendo presente all'evento e' difficile esprimere un giudizio. Ai miei ragazzi ho sempre detto che sono dei professionisti del calcio. Qualunque risultato negativo che possa nascere da un'azione istintiva ci può stare una minore capacità di controllo. Ho detto a Mazzarri che bisogna parlare con i calciatori per spiegare che qualunque forma di esultanza è auspicabile nei limiti della norma.

Quando invece l'esultanza diventa penalizzante per il club va eliminata. Se pensiamo di andare in Europa, dobbiamo essere dei professionisti. Per questo dico che non voglio vedere un giocatore che si toglie la maglietta quando segna. Non faccio nomi, succede anche in altre squadre. Ai calciatori chiedo di essere dei professionisti. Non voglio stare come a scuola e mettere un multone di 100mila euro per il prossimo che si toglie la maglia. Non c'ero, non so come sono andati i fatti. Nel calcio esiste la competitività. Il Napoli puo' darci ancora tanto. Mazzarri si sta divertendo a cercare la combinazione giusta. E' iniziata l'era della messa a punto. I giocatori in esubero devono avere la possibilità di trovare spazio altrove. E' un lavoro che avverra' nell'arco di un biennio. Potrebbero esserci degli innesti, degli aggiustamenti o delle scoperte in casa. Credo molto in Mazzarri. Io mi metto sempre in discussione.

 
Edinson Cavani all'inter: manca solo l'ufficialità!
Inter
Scritto da Alessandro Milazzo   
AddThis Social Bookmark Button

Nonostante le smentite del presidente palermitano Zamparini il giocatore uruguagio pare sia sempre più vicino alla società di Corso Vittorio Emanuele. Secondo le ultime indiscrezioni pare che il giocatore possa essere a disposizione di Mourinho già a partire da Gennaio proprio per rimpiazzare Samuel Eto'o ed essere inserito nella lista Champions... L'accordo si sarebbe trovato per una comproprietà. Il giocatore infatti sarà pagato solo dai 5 ai 7milioni di euro e firmerà un contratto di 1,8milioni di euro a stagione per 3 anni. Una meta gradita per Edinson che dopo l'ultimo episodio negativo (un violento assalto di teppisti a danni del giocatore) pare che non ci siano più speranze di vederlo a Palermo. Edinson Cavani all'Inter anche per rimpiazzare l'ormai panchinaro David Suazo che cercherà anche lui di andare altrove. Nell'attesa di vedere giocare Arnautovic, il quale molto probabilmente non verrà riscattato anche dato un non interessamento di Mourinho, attendiamo il possibile arrivo di Goran Pandev...

Ecco alcune giocate:

 
L'Estudiantes in finale grazie a Rosetti
Mondiale per Club
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Uno dei nostri miglior arbitri , che è anche uno dei migliori al mondo Rosetti ieri è incappato in una giornata no e coadiuvato dai suoi collaboratori in primis il guardalinee Copelli ma anche Ayroldi ha sbagliato hanno condizionato la semifinale del mondiale per club in corso di svolgimento ad Abu Dhabi fra Estudiantes e Phoang Steelers, alla fine tra le polemiche generali l'hanno spuntata gli argentini per 2 a 1.

La partita è molto equilibrata ma alla lunga la superiorità tecnica degli argentini viene fuori e sul finale del primo tempo infatti passano in vantaggio, merito di Benitez e della sua punizione, qui c'è il primo episodio sospetto Boselli che si inserisce sulla traettoria ha toccato o no il pallone?? dalle immagini sembrerebbe di no, Benitez si ripete ad inizio ripresa portando l'Estudiantes sul 2 a 0 a questo punto inizia lo show arbitrale, i coreani non ci stanno a perdere perchè poi stanno giocando una discreta partita e riescono a rientrare in partita grazie ad un goal di Denilson che porta il punteggio sul 2 a 1, un piccolo particolare ci sono 3-4 giocatori oltre l'ultimo giocatore argentino al momento del passaggio, ma Copelli e Rosetti non vedono, poi lo show arbitrale continua con una serie di rossi a raffica ben 3 tutti per i coreani, a dirla tutta le prime 2 arrivano per doppia ammonizione e potrebbero anche starci, quella che non ci sta di sicuro è l'ultima quella del portiere Hwa Yong. In 8 i coreani non hanno più modo di recuperare e la partita finisce 2 a 1.

Oggi si giocherà l'altra semifinale che vede protagonista il Barcellona alla ricerca del suo quinto titolo stagionale a cercaglielo di impedirglielo oggi ci proveranno i messicani dell'Atlante che nella prima partita si sono sbarazzati facilmente dei campioni dell'Oceania del Auckland battuti 3 a 0 grazie alle reti di Arreola,Bermudez e Silva.

 
Milano all'ultima spiaggia europea: al Forum arriva il Prokom
Eurolega
Scritto da Vincenzo di Massa   
AddThis Social Bookmark Button

Tempo di esame vero per l'AJ Milano: giovedì, tra le mura amiche del Forum d'Assago, contro il Prokom è gara che sa tanto di ultima chiamata per la formazione biancorossa. Ovviamente ultima chiamata europea, visto che in campionato Milano sta viaggiando senza stop da oramai sei turni. Sei partite in cui Milano ha vinto ma soprattutto convinto, nonostante un americano in meno; che finchè è stato in campo era la guardia che partiva in quintetto base, quindi non proprio bruscolini. Ma l'assenza di Acker, fermo a causa di un infortunio (starà fermo dai due ai tre mesi), la squadra milanese l'ha assorbita più che bene: Mordente ha ritrovato se stesso, la terza reincarnazione del Bullo sotto la Madonnina pare essere finalmente quella giusta e l'apporto concreto di Viggiano hanno fatto dimenticare in fretta la mancanza di un americano. Questa Milano "Italian Style" sta facendo bene in patria, ma potrà essere ugualmente arrembante in Europa? 
Diciamo che per sperare di andare avanti le scarpette rosse dovranno diventare un pò più europee, e per fare ciò Bucchi avrà bisogno del reintegro a pieno regime di Petravicius, che fino a questo punto ha fatto vedere in maglia AJ ben poco di ciò che sa fare. Questo sia per colpa sua,sia per colpa dell'infortunio che l'ha fermato sul più bello, sia per colpa di un campionato italiano che "preferisce" il binomio piccolo-corsa a quello lungo-fisico. E di questo se nè accorto anche Maciulis: dalle cifre ma ancora di più ad occhio ci si accorge come l'altro lituano milanese sia più a suo agio in ambito Eurolega che in quello LegaUno.
Entrambi perciò saranno chiamati giovedì a dare man forte ad una Milano che è costretta a fare bottino pieno per poter continuare a sperare di arrivare tra le Top 16. Visto l'avversario, non sembra un compito proibitivo per Finley e compagni, che però ci hanno abituati a prestazioni alterne negli ultimi mesi, anche se il trend sembra essere cambiato. Certo il pubblico del Forum deve essersene accorto, e Milano avrà bisogno anche del suo sesto uomo (che quest'anno non è stato così presente) per andare avanti. 

 

Teo Giacobbo

 

 
Altri articoli...
  • Mourinho: "il Ramazzotti famoso era Eros, da qualche giorno è Andrea"
  • Genoa: chi a difendere la porta rossoblù?
  • Kakà campione di cristallo
  • Lavezzi se la cava con una giornata
  • Comunicato ufficiale: Thiago Silva sta bene!
  • Maradona evasore? In realtà Diego è vittima di una cartella pazza
  • Boston Siamo a 20
Inizio Prec. 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 Succ. > Fine >>

Pagina 108 di 124